Arcidiocesi di Palermo » Media » Tutte le notizie » ArcidiocesiNews » 2017 » Giugno » Istituiti i nuovi Lettori, Accoliti e Ministri straordinari della Comunione 
Facebook  Twitter  Technorati  Delicious  Yahoo Bookmark  Google Bookmark  Microsoft Live  Ok Notizie
Istituiti i nuovi Lettori, Accoliti e Ministri straordinari della Comunione   versione testuale
IN QUESTO NUMERO
 
IN PRIMO PIANO
  • Istituiti i nuovi Lettori, Accoliti e Ministri straordinari della Comunione
 
NOTIZIE DIOCESIPA
  • I maestri Tarantino e Visconti sul podio al Concorso di composizione sacra
  • “Eucaristia e omelia sono un binomio inscindibile”
  • Le ultime nomine dell’Arcivescovo
 
NOTIZIE DALLE PARROCCHIE E DALLE ASSOCIAZIONI
  • Grazie alla ricetta della nonna assistiti i poveri della Caritas
  • Stb i corsi di approfondimento per l’Anno scolastico 2017/2018
  • Iniziative Culturali Sacerdotali: “La formazione della personalità e i suoi disturbi”
 
AGENDA DEGLI APPUNTAMENTI
  • Premio “E se ognuno fa qualcosa” dedicato alla memoria di don Peppe Diana e don Pino Puglisi
  • A Catania la Festa Regionale dei diaconi Insieme alle famiglie
  • Sul Tgweb le attività dei Convegni di Cultura “Maria Cristina di Savoia”
__________________________________________________________________________
IN PRIMO PIANO
1. Istituiti i nuovi Lettori, Accoliti e Ministri straordinari della Comunione
Grande festa lunedì scorso, in occasione della celebrazione Eucaristica della Dedicazione della chiesa Cattedrale di Palermo dove l’Arcivescovo mons. Corrado Lorefice, come consuetudine in questo giorno solenne, ha conferito il mandato ai Ministri straordinari della Comunione e istituito i nuovi Lettori e Accoliti.
“Il ministero che ricevete non è una investitura personale – ha detto Lorefice – ma un dono per il servizio alla Chiesa che non si edifica se non ci sono persone disposte a seguire il Signore”.
I nuovi Ministri straordinari della Comunione sono 117 che si aggiungono al piccolo esercito di 1.933 persone che settimanalmente si recano nelle abitazioni degli anziani e dei malati per portare una parola di conforto e soprattutto Gesù Eucaristia, pane vivo di salvezza. I ministri straordinari della Comunione svolgono un servizio encomiabile di ascolto e di amore e rappresentano un sicuro punto di riferimento in diocesi.
Nel corso della stessa celebrazione, sono stati istituiti 5 lettori e 12 accoliti che provengono dalle varie parrocchie dell’Arcidiocesi di Palermo che si sono preparati con un corso specifico presso la Scuola diocesana per i ministeri curata dall'Ufficio liturgico diocesano e che fa salire a 259 il numero dei ministri istituiti. Si tratta di due ministeri laicali, previsti dal Motu proprio del Santo Padre Paolo VI “Ministeria Quaedam” il 15 agosto del 1972 che la Chiesa conferisce anche ai laici per il servizio alla Parola di Dio e per il servizio all'altare.
Compito del lettore è quello di proclamare dall’ambone le letture della Sacra Scrittura, durante le celebrazioni liturgiche, mentre quello dell’Accolito di aiutare il celebrante e il diacono e di portare l’Eucaristia ai malati e agli anziani, in maniera particolare nel giorno del Signore.
 
NOTIZIE DIOCESIPA
1. I maestri Tarantino e Visconti sul podio al Concorso di composizione sacra
Due musicisti dell'Arcidiocesi di Palermo sul podio alla seconda edizione del concorso di composizione sacra organizzato dall'Ufficio liturgico e dalla parrocchia dei Santi Lorenzo e Giovanni Battista dell'Arcidiocesi di Gaeta.
Si tratta dell’ex organista della Cattedrale di Palermo, il maestro Vincenzo Tarantino che con la composizione “Voglio cantare al Signore finché avrò vita” e del Maestro di Cappella della Chiesa Cattedrale di Palermo Mauro Visconti, con la composizione "Ti rendo grazie Signore con tutto il cuore” si sono classificati, rispettivamente al secondo e al terzo posto.
La premiazione e l'esecuzione delle composizioni avrà luogo venerdì 16 giugno alle ore 20 nella chiesa di San Giovanni Battista a Formia.
 
2. “Eucaristia e omelia sono un binomio inscindibile”
“L’omileta deve educarsi a non separare Eucaristia ed omelia”. È quanto affermato da don Franco Mogavero, direttore dell’Ufficio per le Comunicazione sociali della diocesi di Cefalù nel corso di un incontro di formazione sull’arte omiletica, tenuto ai diaconi e presbiteri a “Casa La Nuza” dei padri Gesuiti ad Altavilla Milicia.
“Don Giuseppe Dossetti affermava che l'Eucaristia è tutto Dio, tutto l'uomo, tutta la storia, tutto il cosmo. – ha proseguito – Ogni celebrazione è un evento e l'omelia è solo un elemento di questo evento. Celebrante e fedeli sono compresenti all'atto eterno in cui si vivono i santi misteri”.
Nel corso dell’incontro è stata presa in esame anche l’esortazione apostolica di Papa Francesco “Evangelii Gaudium”, il quale  al n. 135 apre la riflessione sulla preparazione di questo importante ministero a favore del popolo. “L’omelia è la pietra di paragone per valutare la vicinanza e la capacità d’incontro di un Pastore con il suo popolo. Di fatto, sappiamo che i fedeli le danno molta importanza; ed essi, come gli stessi ministri ordinati, molte volte soffrono, gli uni ad ascoltare e gli altri a predicare. È triste che sia così. L’omelia può essere realmente un’intensa e felice esperienza dello Spirito, un confortante incontro con la Parola, una fonte costante di rinnovamento e di crescita”.
Per don Mogavero “Da come si predica si costruisce l'identità delle comunità parrocchiali. L’omelia è come pietra di paragone per valutare la vicinanza del pastore al suo popolo. L'omelia può essere una felice esperienza dello Spirito, pertanto occorre educare le comunità ad un incontro confortante con la Parola”.
Infine si è affermato che la predicazione è un ministero che plasma, ma può anche correre il rischio diventare un mestiere che consuma e vaccina il predicatore al punto che non si lasci più colpire dalla parola. Da qui il rischio che l'omelia sia infarcita di parole logore, di frasi a perdere, di luoghi comuni che non raggiungono l'uditore.  L'omelia deve essere una forma costante di rinnovamento e crescita per tutta la comunità. L'omelia inoltre, non deve essere una lezione teologica o una catechesi, ma un processo di comunicazione spirituale che arrivi al cuore dei fedeli e il predicatore deve porsi in ascolto del popolo e scoprire quello che i fedeli hanno bisogno di sentirsi dire.
 
3. Le ultime nomine dell’Arcivescovo
L’Arcivescovo mons. Corrado Lorefice ha nominato il Rev.do Fr. Luigi D’Alessandro ofm, Amministratore Parrocchiale della Parrocchia S. Carlo Borromeo in Palermo e don Giuseppe Iozzia, Rettore della Chiesa di S. Matteo in Palermo.
 
NOTIZIE DALLE PARROCCHIE E DALLE ASSOCIAZIONI
1. Grazie alla ricetta della nonna assistiti i poveri della Caritas
Farina, zucchero, latte e tanto amore, sono stati gli ingredienti che i pasticcieri del bar “Dolce vita” hanno utilizzato per preparare la crostata di crema e frutta fresca che ha vinto la quarta edizione del premio “La ricetta della nonna”. L’iniziativa benefica è stata organizzata dalla Caritas della parrocchia del Santo Sepolcro di Bagheria, guidata da don Filippo Custode. Domenica scorsa, i volontari hanno allestito uno stand in corso Umberto ed hanno offerto i dolci in cambio di una donazione in denaro. In bella esposizione una cinquantina di torte, ciambelle ed altre leccornie alla frutta, alla panna, al cioccolato e altre prelibatezze dolciarie come biscotti, maffin, cheesecake, tiramisù che sono state preparate e offerte gratuitamente dalle pasticcerie cittadine e dai fedeli della parrocchia. L’iniziativa oltre a prevedere la vendita delle torte, è consistita anche in un concorso per premiare il migliore dolce proposto. Il ricavato delle offerte raccolte, 294 euro, sarà destinato ai poveri assistiti giornalmente dalla Caritas parrocchiale. Animatrice dell’iniziativa Lidia Cuffaro che ha coordinato la manifestazione benefica. “Un sentito ringraziamento a quanti hanno offerto la loro collaborazione – afferma – e tutti gli altri partecipanti per la generosità e l’entusiasmo dimostrato e che a vario titolo hanno contribuito alla buona riuscita dell'evento”.
 
2. Stb i corsi di approfondimento per l’Anno scolastico 2017/2018
Nell’ambito della formazione continua, la Scuola teologica di base, diretta da don Salvo Priola,  ha organizzato i corsi di approfondimento che saranno proposti nel prossimo anno scolastico 2017/2018 ed avranno inizio nel mese di novembre 2017.
Le tematiche che saranno affrontate sono: “Il libro della Genesi”, “Antropologia della religione”, “Maria mistero di Cristo e della Chiesa”, “Il magistero di Paolo VI” e “I padri Cappadoci”.
Previsto un corso di Mariologia (triennale e ciclico) che si terrà a Palermo presso la chiesa Maria SS Assunta di via Perpignano che si terrà il mercoledì alle ore 17, dall’8 novembre 2017 e a Termini Imerese presso la chiesa della Madonna della Consolazione che si terrà il lunedì alle ore 20.30, dal 6 novembre 2017.
La quota di iscrizione è di 25 euro e ogni lezione sarà di due ore e non si dovranno sostenere esami di verifica. Al termine dell'anno verranno consegnati gli attestati di partecipazione a cura del responsabile del Centro.
 
3. Iniziative Culturali Sacerdotali: “La formazione della personalità e i suoi disturbi”
Per il ciclo dei colloqui Pastorali a cura del dr. Fausto d’Alessandro, specialista in Neurologia e Psichiatria, su: “La formazione della personalità e i suoi disturbi”, mercoledì 7 giugno 2017, avrà luogo il terzo incontro sul tema: “I disturbi di personalità secondo il DSM V”. L’incontro organizzato da “Iniziative Culturali Sacerdotali”, si svolgerà presso la parrocchia di San Basilio Magno in via Paruta n. 10 a Palermo, alle ore 12. Per partecipare è necessaria la prenotazione. Rivolgersi a don Raimondo Sanfilippo – tel. 091/6681261 – cell. 338/7115618.
L’ultimo incontro dell’anno si svolgerà il prossimo 7 giugno 2017.
 
AGENDA DEGLI APPUNTAMENTI
1. Premio “E se ognuno fa qualcosa” dedicato alla memoria di don Peppe Diana e don Pino Puglisi
Mercoledì 7 giugno 2017, alle ore 18 negli spazi del Castello al Belvedere di Termini Imerese, avrà luogo la prima edizione del premio “E se ognuno fa qualcosa” dedicato alla memoria di don Peppe Diana e don Pino Puglisi. L’iniziativa vedrà la partecipazione degli scout della zona e delle loro famiglie, delle autorità religiose e civili e dell’artista Pippo Pollina, primo vincitore del premio per l’impegno civile e culturale da sempre presente nelle sue opere musicali ed artistiche in senso ampio. Il cantautore palermitano, da tanti anni in Svizzera e molto noto in tutta Europa, è già stato presente a Termini Imerese qualche anno fa per un bel concerto presso il chiostro delle Clarisse e tra le sue innumerevoli opere ha composto le musiche e le canzoni de “L’ultimo volo”, per Ustica, e la canzone dedicata a don Pino Puglisi il cui titolo dà il nome al premio.
Il Premio, pensato e proposto dal gruppo scout Termini Imerese 3 che ha ottenuto il patrocinio del Comune di Termini Imerese, si inserisce nel percorso segnato dal progetto educativo del gruppo fin dalla nascita legato all’impegno nell’educazione alla responsabilità e al ritorno ai valori originari dello scoutismo e vuole dimostrare la forza di figure come don Peppe e don Pino ancora oggi esempio di testimonianza del Vangelo nell’affermazione dei valori cristiani.
Il gruppo scout Termini Imerese 3 Agesci, guidato da Giuseppe Scorsone, Daniela Biazzo e don Raimondo Abbandoni, ha scelto di indossare i colori del gruppo che fu di don Peppe Diana e da tempo intende percorrere il cammino virtuoso da lui incarnato insieme ai fratelli scout di Aversa e agli amici del comitato Don Diana. I due sacerdoti uccisi a pochi mesi di distanza rappresentano anche un ponte ideale di parole ed azioni tra due regioni, la Sicilia e la Campania, vicine nel martirio e nella lotta per l’affermazione del bene contro il male. Da sempre una frase accompagna i passi di ogni scout, quelle che ricordano l’impegno a fare del proprio meglio nel lasciare il mondo un po’ migliore di come lo si è trovato.
 
2. A Catania la Festa Regionale dei diaconi Insieme alle famiglie
Il FIR (Festa Regionale dei diaconi Insieme alle famiglie) di quest’anno disi svolgerà domenica 2 luglio 2017, presso l’Arcidiocesi di Catania.
Programma:
Ore 9.30 - Accoglienza
Ore 10.30 - Preghiera d’inizio presieduta da mons. Salvatore Gristina
Ore 11.00 - Accompagnare, discernere e integrare le fragilità - prof. Tonino Cantelmi,  diacono della Chiesa di Roma, psichiatra e psicoterapeuta, docente presso la Pontificia Università Gregoriana
ore 12.00 – Dibattito
ore 13.00 – Pranzo
ore 16.00 – Celebrazione Eucaristica presieduta da mons. Salvatore Gristina arcivescovo di Catania e presidente della Conferenza Episcopale Siciliana.
 
3. Sul Tgweb le attività dei Convegni di Cultura “Maria Cristina di Savoia”
Un evento culturale sul tema della “Giustizia e della misericordia in ambito civile e canonico” organizzato dall’associazione laicale “Convegni di cultura Maria Cristina di Savoia”, successo per il concorso “La ricetta della nonna”, l’Arcivescovo istituisce lettori e accoliti e da il mandato a i ministri straordinari della Comunione. Sono alcuni dei servizi che questa settimana, propone il Tgweb dell’Arcidiocesi di Palermo, il magazine, ideato e realizzato dall’Ufficio per le Comunicazioni Sociali, con la collaborazione dei Servizi informatici che viene postato il sabato sul sulla pagina Facebook dell’Arcidiocesi e sul sito dell’Arcidiocesi. Guarda il Tgweb